Blog: http://ReginaZabo.ilcannocchiale.it

De homo insicuro

L'uomo insicuro di sé lo riconosci subito, a miglia di distanza. Poi parli con lui. E capisci che non ti sbagliavi.
Se capisce che hai un'energia che lui può succhiarti sei fottuto.
Ti cerca disperatamente quando è solo. Non ti cerca se è in compagnia.
Si aggrappa disperatamente a te quando naviga in cattive acque.  Ti abbandona  quando la sua situazione migliora.
Non organizza eventi, non è capace di promuovere occasioni per stare in compagnia. Ma si fionda, da buon parassita, in ciò che è già pronto, già organizzato.
Non invita, ma è invitato.
Non ama, ma vuole essere amato.
Fa lo stupido, ma non lo è.

Pubblicato il 2/11/2010 alle 15.20 nella rubrica Femmine, femminarum.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web